Impastatrice Planetaria kMix KMX51

Benvenuto nel primo portale italiano dedicato al mondo delle impastatrici, seguici e ti aiuteremo a scegliere l’impastatrice o la planetaria che fa per te!

Fino a pochi anni fa queste macchine erano costose e molto ingombranti ed utilizzate prevalentemente in ambito lavorativo da una piccola fascia di professionisti, come ad esempio i panettieri, i pasticceri o i pizzaioli.

Oggigiorno le cose sono cambiate, e ogni famiglia può acquistare a buon mercato un’impastatrice planetaria personale di qualità semi-professionale o professionale.

 

lente-ingrandimentoOcchio al prodotto

Un’ impastatrice è un elettrodomestico molto particolare, deve essere solido, robusto e sopratutto deve avere un motore molto potente, che non vuol dire solo che deve essere veloce, ma che deve avere la forza necessaria per riuscire a mescolare senza problemi anche impasti molto duri, senza bloccarsi o peggio ancora bruciarsi. Per questo vi consigliamo di prestare molta attenzione nella scelta della vostra impastatrice o planetaria e di non fermarvi alla prima che trovate o peggio ancora comprare un’impastatrice planetaria troppo economica.

 

Un’ impastatrice scadente non impasterà niente di più denso della crema e principalmente il suo unico scopo sarà quello di occupare spazio in una credenza della cucina. Ovviamente si trovano in commercio prodotti di buona qualità a prezzi ragionevoli e per aiutarvi nella scelta abbiamo recensito per voi le migliori impastatrici in commercio, planetarie e non. Le troverete suddivise per marca sotto la voce Recensioni Impastatrici Planetarie.

Per facilitarvi l’acquisto di un impastatrice planetaria, abbiamo creato una pagina apposita in cui abbiamo fatto una sorta di classifica con le nostre valutazioni per aiutarvi su quale sia la Migliore Impastatrice Planetaria più giusta per le vostre esigenze.

 

sceltaCome scegliere un’impastatrice o una planetaria ?

Mentre si sceglie una impastatrice o una planetaria è importante prestare attenzione a dettagli come la qualità costruttiva, il peso e i materiali utilizzati, preferite sempre l’acciaio alla plastica, perché questi elettrodomestici devono essere “forti”, per sopportare le trazioni degli impasti più densi.

Oltre alla qualità di costruzione è importantissimo valutare questi tre elementi:

Ciotola Inox Kenwood1. Capienza: un’impastatrice o una planetaria ha una capienza variabile a seconda del modello, che in ambito domestico diciamo può variare dai 500 grammi di impasto fino a 2 chili. Prestate molta attenzione nella scelta, pensando bene di quanto impasto avrete solitamente bisogno. Un’impastatrice molto capiente va bene per le famiglie numerose (4 o 5 persone), mentre per un single un’impastatrice o una planetaria da 500 gr andrà più che bene. Non prendete un’impastatrice troppo capiente se non ne avete realmente bisogno, perché le impastatrici più grandi lavorano male con quantità minime di ingredienti. Meglio una più adatta alle nostre esigenze quotidiane e se per caso qualche volta ci dovesse servire più impasto, potremo semplicemente farlo in più tempi.

Potenza Impastatrice


2. Potenza:
 la potenza del motore è forse la caratteristica più importante di un’impastatrice planetaria. La potenza è espressa in watt e non va confusa con i watt consumati. I watt reali infatti sono sempre leggermente di meno dei watt consumati, questo perché purtroppo non viviamo in un mondo perfetto e come con ogni cosa un po’ di energia viene sempre dispersa.


Fruste-Impastatrice3. Accessori:
 un’impastatrice solitamente è dotata di due accessori:

  • Gancio a K o ad A: per impasti di media durezza
  • Gancio a uncino: per impasti più duri (di solito si usa per fare il pane)

Alcuni modelli invece hanno anche altri accessori come ad esempio il gancio con frusta a filo, buono per dolci e per tutti gli impasti morbidi.

 

Noi siamo per le cose semplici e pensiamo che un prodotto lavori al meglio se concepito per uno scopo specifico. In commercio ci sono robot da cucina che hanno moltissime funzioni e alcuni robot sono anche molto economici, ma è meglio acquistare una macchina per impastare specifica e semi-professionale che un inutile marchingegno che impasta male e con mille funzioni che però non useremo mai. Comunque ci sono anche robot da cucina multifunzione molto buoni che fungono anche da impastatore e nel nostro sito troverete anche le recensioni dei migliori modelli.

Che differenza c’è tra un’impastatrice e un’impastatrice planetaria?

La differenza tra un’impastatrice e un’impastatrice planetaria sta semplicemente nel tipo di movimento effettuato:

Un’ impastatrice normale, si limita a girare un composto compiendo un solo movimento (ovviamente parliamo di un movimento rotatorio).

Impastatrice Masterchef Gourmet Moulinex QA403G Movimento OrbitaleL’ impastatrice planetaria invece, esegue principalmente due tipi di movimenti:

  • movimento rotatorio: serve per mescolare l’impasto ovviamente;
  • movimento di rotazione intorno al centro:  in questo modo il composto viene mescolato uniformemente lungo tutti i lati della ciotola.

Questi movimenti ricordano molto il moto dei pianeti, che tendono sia a ruotare su se stessi che intorno ad una stella, ecco perché questo tipo di impastatrice prende il nome di planetaria.

 

Consumo EnergeticoQuanto consuma un’impastatrice?

Il consumo di un’impastatore planetario è legato all’assorbimento elettrico (espresso in watt) rapportato alla frequenza di utilizzo. Si parla quindi di kilowatt/ora e il prezzo medio attualmente può oscillare mediamente tra i 18 e i 19 centesimi di euro per 1 kWh. Quindi utilizzando un impastatrice di potenza media (circa 1000 watt) per 30 minuti non consumeremo neanche 10 centesimi.

 

chefCosa posso fare con un’impastatrice o una planetaria?

Con una buona impastatrice o con un’impastatrice planetaria potete realizzaretutti i tipi di impasto possibili e immaginabili, comunque principalmente un’impastatrice viene utilizzata per fare:

  • Pizza
  • Pane
  • Pasta
  • Dolci e Biscotti

Il lavoro che svolge un’impastatrice di buona qualità è veramente efficiente e ci farà risparmiare tempo prezioso che potremo dedicare ad altro. Inoltre un ulteriore vantaggio è che sporcheremo solo il recipiente dell’impastatrice, mentre invece di utilizzando i metodi tradizionali sporcheremo pentole, mestoli, cucchiai senza contare tutto il piano di lavoro che utilizzeremo per impastare.

Share Button